Archivi tag: cantiere sanbernardo eventi

ROOTS & CULTURE: XL EDITION

roots and culture 1000x1698

VENERDI’ 12 GENNAIO 2018
CANTIERE SANBERNARDO – PISA
ROOTS & CULTURE: XL EDITION

ore 18:00
Dibattito sulla Controinformazione ai tempi delle fake news con la redazione di Umanità Nova

ore 20:00
Apericena vegetariana

ore 21:00
DJ BUSKA SOUND
ROOTS MILITANT HI-FI

Powered by ROOTS MILITANT HI-FI

Tutti i proventi andranno a sostegno dello storico settimanale anarchico Umanità Nova

Evento FB

Operazione Umiliani

Operazione-Umiliani

SABATO 16 DICEMBRE 2017
CANTIERE SANBERNARDO – PISA
OPERAZIONE UMILIANI
da mah-na mah-na all’elettronica

ore 18:00
– Mostra di dischi di Piero Umiliani e rare locandine di film da lui musicati, dalla collezione personale di Alessandro Orsucci.
– Presentazione degli LP “Studio Umiliani” (raccolta di rarità e inediti) e della colonna sonora del film “Audace colpo dei soliti ignoti” (con Chet Baker alla tromba).
– Presentazione del libro di Gianluca Tosi “Mr. Mah-Nà Mah-Nà – Piero Umiliani e la sua musica” edito da Bloodbuster Edizioni

ore 20:00
– Apericena con cocktail a tema.
– DJ set in vinile e video proiezioni con Pierpaolo De Sanctiis (Roma), Andrea Fabrizii (Pescara), Letizia Ponto (Firenze), Fabio Meini (Pisa)

——————————————————————–

Descrivere quante cose era Piero Umiliani non è semplice. Potremmo iniziare dicendo che è stato uno dei più grandi autori di colonne sonore per il cinema, il primo a realizzarne una interamente jazz (per il film I soliti ignoti). Potremmo continuare dicendo che è l’autore di mah-na mah-na, uno dei più noti tormentoni della storia della musica, brano diventato sigla dei Muppets. Potremmo concludere che è stato uno dei pionieri della musica elettronica in Italia e di quella che poi è stata catalogata come lounge music o cocktail music. Questo e molto altro era Piero Umiliani e nell’evento “Operazione Umiliani” a lui dedicato lo scopriremo a fondo.

One Eat One @ CSB

Siamo lieti di ospitare, sabato 20 febbraio, il progetto musicale One Eat One.

Dalle ore 19, aperitivo musicale a cura di CSB crew.
Alle ore 22:30, One Eat One live set.

Gli One eat One è un gruppo musicale costituito nel Aprile 2012 da persone cosiddette normodotate e persone con disabilità, mosse dalla passione per la musica elettronica , le arti visive e le installazioni. È la prima Band che include persone con disabilità e non in Europa che produce musica elettronica. Questo progetto nato dall’idea di Cheli Michele, posa le sue basi su quella che è la musicoterapia e le arti visuo-spaziali, sviluppate non nel ottica di effettuare un semplice laboratorio musicale, ma di sviluppare un vero e proprio gruppo di musica elettronica, nel quale i componenti avranno la possibilità di sviluppare appieno la propria fantasia e le proprie passioni musicali. Il nostro credo poggia le basi sulla verità e sulla musica. Verità di affrontare i propri limiti, le proprie paure e difficoltà con determinazione e consapevolezza, senza ostentazione n’è negazione. Ognuno di noi ha delle peculiarità, ed è dalla accettazione che c’è crescita. Tale crescita si affronta quotidianamente in quelle che sono le bellezze e le difficoltà della band, che è determinata come tutte le band a fare buona musica ed a essere apprezzata dalle persone. Dunque musica come collante, e band come opportunità sicura di sperimentarsi, scoprirsi, instaurare nuove relazioni, sviluppare le autonomie personali, a prescindere dalle disabilità presenti.

Il progetto era iniziato come percorso di sperimentazione Arte Terapeutica/ Musico Terapeutica, attraverso la strumentazione e la ritmicità di musica elettronica. Mirato all’interazione dei vari componenti normodotati e disabili, per la ricerca di una sinergia musicale e un’integrazione personale che coinvolgesse il proprio ISO ( identità sonora musicale).
Obiettivo di questo progetto, nato dall’idea di Michele Cheli, è quindi, quello di posare le basi su quella che è la musicoterapia e le arti visuo-spaziali, elaborando cosi non un semplice laboratorio musicale, ma un vero e proprio gruppo di musica elettronica, costituito da persone normodotate e persone con disabilità mosse dalla passione per la musica.
E cosi è avvenuto, portando gli One eat One a calcare diversi palcoscenici Toscani con esibizioni sempre più all’altezza del loro percorso Musicale. A oggi la One eat One si è esibita presso il Surfer Joe a Livorno, il The Cage Theater ,”Nuovo Teatro delle Commedie”, Fi-Pi-Li horror festival, Fuori salone Pitti Uomo, Teatro Goldoni, La notte Blu a Livorno, Effetto Venezia Livorno in occasione della Notte Bianca e numerose performance nei locali storici della costa degli Etruschi.
Inoltre nel 2014 di notevole importanza è stata la collaborazione con il progetto Playing for Change nel brando “Lean me” , progetto internazionale di musica.
Fondamentale è l’aspetto riguardante l’autonomia delle persone con disabilità: tutto lo sviluppo e la crescita della persona con disabilità può essere visto come un graduale passaggio dalla dipendenza verso l’autonomia che diviene completa quando la persona diviene adulto e cittadino a tutti gli effetti, soggetto e oggetto di diritti, capace di lavorare e di avere rapporti paritari con gli altri.
Un progetto che ha compiuto 3 anni e che non ha nessuna intenzione di sparire ma di evolversi mettendo alla prova sia i componenti normodotati che quelli disabili, arricchendo tutti i partecipanti e permettendogli di andare oltre alle loro aspettative sul gruppo e su loro stessi.
Attualmente gli One eat One hanno ampliato la loro esperienza conducendo il laboratorio “Musica elettronica e disabilità” nel progetto giovanisi per la regione Toscana coinvolgendo 12 ragazzi con disabilità inoltre sta lavorando alla produzione del loro primo album ed al tour estivo. E’ stato prodotto un video story “ A day with One eat One “ regia di Daniele Lemmi riprese Daniele Lemmi e Virginia Giurovich.

Componenti:

Michele Cheli – chitarra Voce
Samuele Vergili – Mac controller
Simone Tanchis – i pad korg
Walter Vanni – i phone/ sinth
Said Guerrine – i pad/sinth Voce
Matteo Nati – batteria elettronica
Francesca De Vizia Musicoterapeuta

https://www.facebook.com/OneEatOne

_____________________________________________________

Ingresso a offerta per sostegno campagna crowdfunding del progetto One Eat One su Musicraiser.