CANAPISA BENEFIT

Sabato 12 Maggio 2018
Serata Benefit per Canapisa 2018
Cantiere Sanbernardo – via Pietro Gori – Pisa

ore 18.30
Inaugurazione della mostra fotografica TRIMMIGRANTS – a journey through Californian Marijuana Industry con l’autore e il dibattito

a seguire Apericena vegetariana

ore 21.30
Spettacolo teatrale LA GIOIA DI ENRICO
Uno spettacolo che racconta di Sclerosi Multipla, cure integrate e Cannabis terapeutica. Una testimonianza di humour ed energia vitale.
Coprodotto da Teatro Cantiere e Accademia di Benesserologia
Con Enrico Tagliavini e Damiano Scaletta
http://www.teatrocantiere.it/attivita/spettacoli/la-gioia-di-enrico/
https://www.facebook.com/lagioiadienrico

per finire
GHANAPISA dj set afrobeat by Vigile, Padella, Jump

…………………………………………………………………………………………………….

https://www.facebook.com/events/1677409935661216

ANTIPLASTIC LIVE

SABATO 5 MAGGIO 2018 – ORE 21.30
CANTIERE SANBERNARDO – PISA
ANTIPLASTIC LIVE

In collaborazione con Elastica Records
Torna l’esplosivo live degli Antiplastic, band che dal vivo esprime il meglio di se. Voce, basso, batteria e djs in uno show caratterizzato dalla pura energia. Un sound inconfondibile a cavallo tra il reggae, la trap music, la drum’n’bass e la dubstep. Antiplastic Style!!!

vedi un po’:

https://soundcloud.com/elastica-records/sets/antiplastic_under-arrest/s-WEsll

MADAUS LIVE

VENERDI’ 4 MAGGIO 2018 – ORE 21.30
Cantiere
SanBernardo presenta:
MADAUS Live

……………………..……………………..……………………..……
Trio di Voltrerra che in passato ha già suonato al Cantiere SanBernardo, vincendo il Senza Filo Music Contest nel 2013.
Presentano il loro ultimo lavoro “Stretti ad aspettare”.
……………………..……………………..……………………..……
MADAUS nasce dall’incontro di tre musicisti dell’Accademia della musica di Volterra: Aurora Pacchi, voce – Antonella Gualandri, piano – David Dainelli, basso. La formazione live è accompagnata dal batterista Tommaso Panicucci o dal batterista Lorenzo Bavoni. L’atmosfera della città di Volterra fa da sfondo al lavoro del gruppo, una realtà segnata dalla presenza del manicomio, che è fonte viva di ispirazione per il loro primo lavoro, “La Macchina del Tempo”. MADAUS è la pronuncia italianizzata della corrispondente parola inglese per manicomio, madhouse. Partendo dalla tradizione della musica italiana, il suono acquista nuova vita, attraverso la rielaborazione di alcuni strumenti, come la batarra (un basso composto con due corde da basso e tre corde della chitarra), pianoforte e basso preparato (inserimento di piccoli oggetti tra le corde degli strumenti, per variarne il suono).
……………………..……………………..……………………..……
https://www.facebook.com/madausofficial/
https://www.facebook.com/cantiere.madaus
https://www.youtube.com/user/madausofficial

 

Istanti Sonori #4: Bertoncini + Lehn Live

Tecniche Estese e Cantiere SanBernardo presentano
ISTANTI SONORI – quarto appuntamento

1° set duo:
Tiziana Bertoncini – violino
Thomas Lehn – sintetizzatore analogico

2° set, formazioni prestabilite con i musicisti del primo set, con:
Manrico Fiorentini – danza, movimento
Edoardo Ricci – trombone, clarinetto basso, sassofoni contralto e sopranino
Totino Setzi – chitarra classica, oggetti, voce
Guy-Frank Pellerin – sassofoni baritono, tenore, soprano, gong
David Lucchesi – chitarra elettrica, oggetti, live electronics
Lorenzo Del Grande – flauto traverso
Eugenio Sanna – chitarra amplificata, oggetti, voce
Devid Ciampalini – rullante, live electronics

Sabato 28 aprile – ore 21,30
Cantiere SanBernardo, via Pietro Gori, Pisa

per informazioni: www.cantieresanbernardo.com
info@cantieresanbernardo.com
——————————————————–

Prosegue a tambur battente e con un buon riscontro del pubblico, vista l’ottima affluenza ai tre concerti precedenti negli scorsi mesi di gennaio, febbraio e marzo, la rassegna Istanti Sonori, realizzata dall’etichetta discografica Tecniche Estese, in collaborazione con il Cantiere SanBernardo, in via Pietro Gori a Pisa.

Questa rassegna ha per obiettivo la diffusione e la conoscenza agli ascoltatori e ai musicisti, della contemporanea musica improvvisata quale forma d’arte, la cui espressione è proseguita nei secoli fino ad oggi, essendo veicolata nel tempo da tutti quegli artisti espressivi di ogni genere, che si sono assunti l’impegno di proseguirne il discorso passandosi il testimone e lavorando attorno a nuovi materiali, sperimentando e esplorando nuovi territori, spinti da un impulso istintivo, fondamentale, creativo e inarrestabile.

Il quarto appuntamento avrà luogo sabato 28 aprile, come di consueto alle ore 21,30 presso il Cantiere SanBernardo, in via Pietro Gori, Pisa.

Secondo la formula prevista, il primo set vedrà come protagonisti un duo d’eccezione e proveniente da oltre frontiera. Si tratta infatti di Tiziana Bertoncini al violino e del musicista tedesco Thomas Lehn al sintetizzatore analogico.
Provenienti ambedue da Vienna, collaborano insieme a partire dal 2002. Il loro sodalizio musicale è dato dall’incontro elettroacustico tra uno strumento quale il violino ed uno elettronico, il sintetizzatore analogico.
Thomas Lehn ama infatti suonare a partire dal 1994, un EMS Synthi A. Ma rispetto alla musica elettroacustica di stampo tradizionale, viene sovvertita ogni regola, ammesso e concesso che in casi come questo, ce ne possano essere. La particolarità infatti della natura sonora del duo, è quella per cui viene creato un reciproco gioco di rispecchiamento in cui il violino talvolta, si avvicina a uno strumento elettronico nel suo modo di essere suonato e viceversa e il sintetizzatore, può diventare uno strumento acustico a sua volta.
Questo è però anche un lavoro di trasformazione delle identità dei due strumenti, oltre che delle personalità dei due musicisti e che avviene in maniera quasi magica e inconscia.
Nonostante l’approccio al suono sia contemporaneo e la scansione della musica è classica, essendo basta sui momenti fondamentali della distensione e tensione, nuovi elementi importanti vengono aggiunti, quali la rottura, la frammentazione e la triturazione, dei nuclei sonoro-musicali, creati istantaneamente.

Il primo c.d. del duo, dal titolo “Horsky Park” (etichetta Another Timbre, 2011, c.d. n°AT 40) ha avuto grossi consensi dalla critica internazionale.

Il secondo set della serata di sabato 28 aprile, prevede delle importanti novità rispetto ai concerti precedenti e consistenti nella esplorazione di tutte le possibilità di interazione attraverso l’improvvisazione con la danza e il movimento del corpo.
I performer invitati che daranno vita a formazioni prestabilite e inedite, unendosi con i musicisti che hanno animato il primo set, saranno infatti: Manrico Fiorentini (danza, movimento del corpo); Edoardo Ricci (clarinetto basso, trombone, sassofoni contralto e sopranino); Totino Setzi (chitarra classica, voce); Guy-Frank Pellerin (sassofoni baritono, tenore, soprano, gong); David Lucchesi (chitarra elettrica, oggetti, live electronics); Lorenzo Del Grande (flauto traverso); Eugenio Sanna (chitarra amplificata, lamiere zincate, palloncini, cellophane, voce); Devid Ciampalini (rullante, live electronics).
In questo caso nel secondo set, la musica prodotta attraverso la creazione istantanea, avrà modo di estendersi anche per il tramite del movimento del corpo del danzatore, che esplorerà tutte la possibilità esistenti e in relazione all’ambiente e agli ascoltatori.

E’ assai importante ricordare che il Cantiere San Bernardo, costituisce da svariati anni un grosso punto di riferimento per la realtà urbana della città di Pisa, essendo promotore sia di eventi teatrali di ricerca, presentazione di libri e testi nuovi, nel campo dell’editoria, manifestazioni a carattere nazionale. internazionale, di grande spessore culturale e impegno sociale.
——————————————————–

Tiziana Bertoncini (violino) e Thomas Lehn (sintetizzatore analogico), collaborano insieme dal 2002
(www.thomaslehn.com/view/tnt_01.html)
Il loro primo cd Horsky Park, è uscito nella primavera del 2011 con l’etichetta britannica Another Timbre (c.d. AT 40).
Si sono esibiti insieme in Austria, Repubblica Ceca, Inghilterra, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Serbia, Slovacchia, Spagna e Svizzera.
Oltre la formula del duo, suonano anche in formazioni più estese, come lo “Ensemble]h[iatus” creato dal percussionista Lê Quan Ninh e dalla violoncellista Martine Altenburger, un ensemble internazionale che si muove nei territori dell’improvvisazione e dell’interpretazione di pezzi contemporanei. Con questo gruppo hanno presentato in anteprima nuove composizioni di compositori giovani e affermati come Vinko Globokar, Peter Jakober, Anthony Pateras e Jennifer Walshe. L’ensemble ha suonato in numerosi festival di musica contemporanea. Sono stati invitati anche, quali ospiti di residenze artistiche dall’Akademie Schloß Solitude (DE); Ferme de Villefavard (FR) e Césaré (Reims- FR). Césaré ha pubblicato il primo cd dell’ Ensemble]h[iatus nel gennaio 2017, con composizioni di Peter Jakobere improvvisazioni.
Bertoncini e Lehn, hanno fatto parte di grandi progetti multimediali, in cui sono stati coinvolti sia come musicisti che come artisti.
Nel 2015 hanno realizzato Gradients (2014), un’interpretazione della partitura grafica colorata K-2591 Melody Line Composition colorata dell’artista Miroslav Ponc (1925) che è stata pubblicata sul cd Pounding Ponc, pubblicato nel 2015 dalla Galavie Moravskà a Brno (CZ).
In collaborazione con lo Zam Zentrum fur Aktuelle Musik hanno curato Comprovise, un festival di musica contemporanea composta e improvvisata, tenutosi a Colonia nel giugno 2009 con il sostegno del progetto tedesco di finanziamento Netzwerke Neue Musik.
——————————————————–

https://www.facebook.com/events/1536686556457763

QUEER AS FUCK

VENERDì 27 APRILE 2018 – Ore 19,30
CANTIERE SANBERNARDO – PISA
QUEER AS FUCK (Fottutamente Queer!)

Siamo pront* ad una seratina Fottutamente Queer?
Siamo pront* a travestimenti, trucchi, eccessi e sobrietà?
Siamo pront* a riattraversare una favolosa SAFE-ZONE?
Di ballare dalle 20 abbattendo tutto gli stereotipi sugli orari pisani?
Allora ci vediamo domani, apriremo alle 19.30! Venite a sostenere La Torre Storta // A Queer Festival, il Festival Queer autofinanziato, autogestito ma soprattutto strabiliante che attraverserà Pisa fino a giugno!
Sì! Si inizia presto, perché “Se non posso ballare non è la mia rivoluzione” e lo facciamo dall’aperitivo!

QUEER DJ SET CON

Cat in snow☆
K-Loop ☆
Satanatsu☆

E per chi ballerà con noi molto presto, i queer cocktails della Collettiva:

TROPICANALE
VULVA LIBRE
JIN SQUEERT
TACHIPIRIÑA HOT (Ti cura dall’eteronormatività)
(Fino ad esaurimento scorte)

Vi aspettiamo.
#bequeer

Di seguito il Festival e i suoi prossimi incredibili eventi:

https://www.facebook.com/latorrestorta/
https://www.facebook.com/events/730277007361389/?ti=cl
https://www.facebook.com/events/1957953607589869/?ti=cl
https://www.facebook.com/events/575886736123337/?ti=cl

Zion Train djset + Elastica Showcase


Elastica Records, Ass WorkingClass & Cantiere Sanbernardo
presentano:

Elastica Showcase feat. Alberto TuzZy + Neil Perch aka ZION TRAIN dj set

Martedì 24 Aprile 2018
ORE 19:30 TUZZY (elastica rec.)
ORE 22:45 ZION TRAIN dj set (uk)

————————–————————–———-
Zion Train
Gli Zion Train sono un gruppo dub britannico. Si formano nel 1988 ad Oxford come sound system grazie a Neil Perch, Ben Hamilton e Ajax Scott, ai quali nel 1990 si aggiungono Colin Cod e Dave Tench, dopo che il gruppo si è trasferito a Londra.

Nel 1992 si aggiunge la cantante Molara. I primi brani incisi sono i singoli Power One e Power Two, che agli inizi degli anni 90 diventano successi della scena dub. Nel 1992 pubblicano il singolo Follow Like Wolves che, mischiando i generi dub e acid house li fa emergere come innovatori.

Al loro secondo album Natural Wonders of the World in Dub, un successo nelle classifiche inglesi nel 1994, seguono altri EP.

Inoltre pubblicano remix di brani di The Shamen, Afro Celt Sound System, Loop Guru, Kava Kava, Vibronics, Professor Skunk, Dub All Sense, Dubmatix e altri. Sin dal 1995 sulla loro etichetta discografica, Universal Egg, pubblicano dischi in vinile e CD.

Album:
A Passage to Indica (Universal Egg, 1993)
Natural Wonders of the World in Dub (Universal Egg, 1994)
Siren (China Records, 1995)
Homegrown Fantasy (China, 1995)
Grow Together (China, 1996)
Single Minded and Alive (compilation, 1997)
Love Revolutionaries (Universal Egg, 2000)
Secrets of the Animal Kingdom in Dub (Universal Egg, 2000; recorded 1994)
Original Sounds of the Zion (Universal Egg, 2002)
Original Sounds of the Zion Remixed (Universal Egg, 2004)
Live as one (Universal Egg, 2007)
“Live As One Remixed” (Universal Egg, 2009)
“State Of Mind” (Universal Egg, 2011)
————————–————————–———-

https://www.facebook.com/events/229539044287865

Aaron Roche Live

Il Cantiere SanBernardo e l’associazione Re-play presentano:
Aaron Roche Live
Special Guest Alex Toth

Sabato 21 Aprile 2018 – 21,30
______________________________________________________

Il cantautore e polistrumentista di Brooklyn Aaron Roche ci offre narrazioni contrastanti: un cantautore con un orecchio per le avanguardie; un compositore contemporaneo che canta la musica folk americana ed uno strumentista che lavora come ingegnere di registrazione.
Il suo curriculum musicale offre alcune informazioni sul suo mestiere. Si esibisce (chitarra) nei gruppi itineranti di musicisti diversi come R. Stevie Moore, Lower Dens, Sufjan Stevens e Anohni, ha composto musica per l’American Ballet Theatre, ha suonato la tromba con l’ensemble di ottoni del padre. Sebbene filtrati attraverso la sua strana e singolare lente, tutti questi elementi sonori aiutano a illuminare il musicista e la sua visione.

La malinconica sensibilità e l’allegria giocosa del nuovo album HaHa HuHu (record di figureight, settembre 2017) rivela un cantautore maturo e sicuro di sé, attratto dalle trame lo-fi e droning, dalla creazione di canzoni non standardizzate, dall’osservazione acuta personale.
https://aaronrochemusic.bandcamp.com/music
https://www.youtube.com/watch?v=DU768RSGndY
______________________________________________________

Tōth è un nuovo progetto del cantautore polistrumentista di Brooklyn Alex Toth, noto per aver collaborato e scritto con Kimbra, Alexander F, Rubblebucket e altri. Come Tōth, presenta ancora le sue canzoni e le sue esibizioni più vulnerabili, spesso cantato in uno stile che ricorda Arthur Russell, aggiungendo anche trombe e chitarra. Prossimo album di debutto mixato da Andrew Sarlo (Big Thief, Nick Hakim).
https://alexanderf.bandcamp.com/
https://www.youtube.com/watch?v=Jhjd-QNkDSU
https://www.youtube.com/watch?v=yRMPw-aUGSs&app=desktop
______________________________________________________

https://www.facebook.com/events/1986246588305328